skip to Main Content

Vuoi trasformarti in un super genitore?
BLACK FRIDAY 50-70% di sconto!

Come gestire la tecnologia in famiglia

Come gestisci la tecnologia in famiglia? Come fare in modo che la digital transformation diventi un'opportunità? Ne parliamo con Gianluigi Bonanomi che approfondirà il discorso durante l’evento Famiglie in Azione! Gianluigi Buonanomi inizia la sua carriera come giornalista. Appassionato di…

Leggi tutto

Ciò che tu dici a tuo figlio lo influenza a tal punto da indurlo a diventare la persona che tu pensi che egli sia.

Ci hai mai pensato?

Il bambino e l’adolescente, a differenza dell’adulto, non possiede meccanismi di difesa tali che gli permettono di schermarsi. Pertanto è particolarmente vulnerabile a tutta la comunicazione che mina il senso del suo valore come individuo.

La voce in questo tipo di rapporto è fondamentale.

L’importanza della Voce è data proprio dalla sua funzione metacomunicativa: essa manifesta e induce emozioni nella comunicazione con i nostri famigliari. Può suscitare empatia, distacco, attenzione, distrazione, fiducia, rabbia, incomprensione e quindi l’aspetto emozionale è molto rilevante.

Nella comunicazione con i figli bisogna riuscire a comunicare in modo tale da essere efficaci e piacevoli.

Tutto ciò può avvenire solo se il messaggio è credibile…

Nel rapporto con i nostri figli occorre usare una voce che trasmetta empatia e autorevolezza.

La voce dell’empatia infatti è la voce del dialogo, della comprensione reciproca, dell’affetto, del “su di me puoi contare”.

La voce dell’autorevolezza è la voce della fermezza, della presa di posizione, della leadership, della motivazione, del “puoi farcela … coraggio”.

Non è mio compito indicare qui quale stile di educazione sia più opportuno: primo perché ogni famiglia è un sistema a sé e secondo perché l’argomento andrebbe sviscerato a fondo.

Mi preme comunque ricordare che se un figlio non trova delle risposte ai suoi bisogni di crescita sperimenterà la sensazione inconscia di non essere degno d’essere amato e preso in considerazione.
E’ da questa sensazione che potrà nascere: la solitudine esistenziale, il doversi nascondere e il credersi immeritevoli di essere amati per come si è.

Ciò che desidero dire è che uno dei modi per educare i figli passa attraverso l’Amore con il dialogo, la comprensione, l’accompagnamento e il lasciar andare: una commistione di voce dell’empatia, della cordialità, dell’autorevolezza e della passione.

Sabina Bonardo, Donna, Mamma, Imprenditrice e Voice Talent Coach 

Sabina sarà presente all’evento dedicato a genitori e figli: Famiglie in Azione.

PRENOTA IL TUO POSTO A UN PREZZO SPECIALE ENTRO IL 15 LUGLIO CLICCANDO QUI

Back To Top