skip to Main Content
Nan Coosemans

Rapporto padri e figli: 3 azioni che puoi fare per essere più coinvolto

Durante le  sessioni di coaching per le famiglie e, nello specifico in quelle dedicati ai papà, spesso emerge che i padri sono coinvolti nella vita dei loro figli in un modo più distante.

Confidano pensieri tipo questi:


“Devo stare lontano perché ormai sono grandi o la cosa più importante per me è portare avanti la mia responsabilità in casa quindi lavoro di più e lascio fare dalla mamma.”


Ci sono anche papà che sono vicini ai loro adolescenti, a volte anche troppo, a volte troppo poco.
Come sappiamo ogni padre è diverso perché ha un suo vissuto interiore differente e ha la sua visione sul mondo.

Come anticipato all’inizio, come family coach che interagisce con famiglie, notiamo che, intorno al periodo della adolescenza, il padre “prende le distanze” o fa più fatica sentirsi coinvolto nella vita di suo figlio/a.

La cosa più importante è che, come padre, devi sempre tenere in mente che tuo figlio ha ancora bisogno di te.
Ha bisogno del suo papà. Il papà ha un bellissimo compito: deve far vedere ai figli come funziona il mondo.

 

3 azioni che potresti mettere in pratica subito per essere più coinvolto:

  • Osserva il tuo comportamento nei suoi confronti (lui/lei).
    Per esempio, spesso si nota che il papà “porta  a casa” lo stress del lavoro e/o la paura più ricorrente è quella che il figlio non vada bene a scuola. Questo stress o ansia la proietta direttamente sul figlio che, in questa fascia d’età è molto sensibile. Anche se hai l’ansia o lo stress trova un modo diverso di gestirlo e per renderlo partecipe.
    Più riversi la tua ansia e più tuo figlio o tua figlia e maggiormente tenderà a respingerti.
  • Tieni le tue aspettative per te.
    Hai la convinzione che fare un certo lavoro è importante. Ritieni che tuo figlio dovrebbe fare lo stesso lavoro che fai tu. Tuo figlio si deve comportare in un certo modo perché tu hai una reputazione da mantenere? Rammenta che più lo vuoi “indirizzare” e “sistemare” e meno funzionerà. I ragazzi a questa età hanno molto bisogno di fare le loro scelte, di prendere loro passi e di fare i loro sbagli. Anche se è difficile accettarlo o condividerlo, solo se tuo figlio trova la sua strada avrà il suo successo, e purtroppo spesso non sa ancora che strada prendere.
    A volte devono camminare in certe direzioni, cambiandole, tornando indietro…per poi riprendere il binario giusto.
    Abbi pazienza e concentrati su stimolare tuo figlio o tua figlia nelle sue scelte.
  • Ascolta tuo figlio.
    L’ascolto è la chiave principale nella comunicazione con qualunque persona e soprattutto con tuo figlio adolescente.
    I ragazzi di oggi è vero che non ascoltano ma neanche si sentono ascoltati…quello che dai, ricevi 😉
    Trova dei momenti dove veramente ti prendi il tempo di ascoltarlo, non quando sei dietro il computer o al telefono o quando guardate la televisione. Trova dei momenti diversi che siano anche belle attività da fare insieme. Per esempio: un giro in bici insieme, a fare shopping, il lavaggio dell’auto, decidete di fare sport insieme. Deve essere un momento dove avete un po’ di tempo di qualità dove ci sia la calma. E ricordati che quei momenti non sempre sono i momenti giusti per lei/lui quindi organizzatevi insieme!!!

Vuoi anche tu creare un rapporto diverso con tuo figlio, rinforzarlo e/o capire di più?

Iscriviti al primo portale di formazione per genitori! >>> CLICCA QUI<<< PER MAGGIORI INFO

Il Nostro Best Seller!

VIDEO CORSO GRATUITO
Nella mente del tuo adolescente

Nel video corso tratterò i seguenti argomenti:

  • Rispetto - Come farti rispettare e portare rispetto al tuo figlio adolescente
  • Ascolto - Come ascoltare tuo figlio in modo che non si chiude più con te
  • Responsabilità - guida tuo figlio per essere più responsabile
  • Supporto - Come essere di supporto per vare un rapporto migliore.

Risorse gratuite per i genitori che si vogliono mettere in azione anche a casa!

Inserisci la tua mail e ti mandiamo tutto subito alla tua casella di posta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top